Login

Statistiche

Visite oggi: 0
Visite totali: 0
Pagine oggi 0
Pagine totali: 0

Ultime

Home
Cronaca di una morte annunciata PDF Stampa E-mail
Scritto da Vale   
sabato 19 aprile 2008

Pubblico un intervento di una persona che stimo  molto.

 

Quando è caduto Prodi ,ho pensato ,addio belle speranze,abbiamo chiuso.

Con tanti difetti si stava operando un risanamento pubblico,vi era stata una difficile aperture delle liberalizzazioni,contro le caste dei farmacisti,tassisti ,ecc. ,ma c’era tanto da fare, mentre niente era stato fatto per la legge elettorale e il conflitto d’interessi ,ma quali erano le prospettive di una crisi se non far vincere la Destra ?

Cosi mentre i rischi erano altissimi,e Mastella e Dini fremavano ,il sindaco di roma ha detto “NOI CORRIAMO DA SOLI”decretando la fine del governo.

Governo difficile da governare ,con le estenuanti critiche e distinguo della sinistra,ma messo in difficoltà anche da ministri clericali del PD che andavano ai raduni dei Family Day.

Come diceva Franca Rame, cosa ci aspetta adesso ,che andrà meglio per operai e libertà ?..ma il peggio doveva arrivare.

   

IL PARTITO DEMOCRATICO

 Veltroni ,con troppa fretta ha percorso la sua strategia,rivelatasi fallimentare.

Forse era giusto far gara da solo,ma forse era troppo presto ,anche un bambino sapeva ch’era impossibile vincere.

Ma come,in precedenza con la sinistra,il simbolo della rosa nel pugno di radicali e socialisti,Mastella e altri si era vinto per 20 mila voti ,e adesso in molti meno ,con la seconda volta che il Governo fallisce,la spazzatura per le strade di Napoli ,si pensava di poter vincere facendo un giretto in pulman per l’Italia.

Con alcune aggravanti ,una quella di aver fatto delle liste senza valore ,con il figlio di quello ,con la biondina dei buoni salotti,con il generale antigay,con l’imprenditore famelico,l’altra è quella di aver fatto più promesse del cavaliere,non passava giorno che non promettesse anche più cose di Silvio,che cominciava invece a parlare di sacrifici,veramente incredibile !

E così,dopo aver aiutato prima Berlusconi a rialzarsi,era in crisi con Fini e Casini,instaurando un dialogo con lui,Walter è riuscito a prendere dei voti proprio per l’unico motivo per il quale non li aveva richiesti,e cioè i voti della sinistra per paura che tornasse Berlusconi,anche se può sembrare un paradosso.

Al momento che scrivo ,corre molti rischi anche Rutelli per Roma ,dove sconta anche il fatto ,che pur tra tante cose fatte,le periferie ,il traffico,il decoro,la vivibilità non sono quella meraviglia che ci avevano raccontato.

 

UN RISULTATO STORICO

 

Così oggi abbiamo un risultato storico al quale hanno contribuito ,in tanti,ovviamente ,anche certe scelte di Veltroni nascono da comportamenti della sinistra,da inefficienze del governo (come si è potuto andare a votare senza togliere la spazzatura dalle strade,e con gli abbracci con Bassolino),tutta una sinistra assente,divisa e spesso di belle parole,e poi certo i vari Mastella e company.

 

Comunque il risultato storico è :

 un trionfo e una vittoria senza precedenti della Destra,della quale non farà più parte l’ala moderata degli ex democristiani di centro;

un successo di Berlusconi con la definitiva caduta dei progetti per liberalizzare la stampa,la politica ,e il crollo dei valori che non siano legati al denaro;

la scomparsa per la prima volta nella storia repubblicana della sinistra,dal partito socialista,ai verdi,ai vari comunisti,e di tutti quei liberali,socialisti e laici che operavano su più fronti;

un asse politico spostato più al nord,con la lega che potrà condizionare le scelte programmatiche;

un parlamento nominato direttamente da pochi  leader,dove sarà più difficile fare scelte di coraggio e libertà,

la scomparsa di tutti i temi di laicità e di diritti civili,sommersi dalla maggioranza assoluta delle camere al volere del dettato papale,

la quasi impossibilità di rientrare in parlamento,credo che PD e PDL non saranno così disponibili a modifiche elettorali o a dare spazio informativo per nuovi rientri,così in due potranno gestire meglio il tutto.

PS certo un sistema bipolare e chiaro è presente in ogni democrazia,ma perbacco ,poteva nascere un po’ più liberale e dinamico da noi.

Tutto ciò comunque non può che essere la gioia di tutti i poteri forti.

 

LA   PAURA

 

Al di là della normale logica dell’alternanza ,secondo la quale non c’è da temere in democrazia,da noi chi governa perde sempre negli ultimi 15 anni,ci sono delle cose che mi fanno un po’ paura,

 

1) la crisi economica e la situazione dello sviluppo del paese è tale ,che se non si faranno delle scelte forti e coraggiose il paese colerà a picco.

2) le libertà e la nostra conoscenza dei fatti per noi saranno a rischio,ciò per la concentrazione dei poteri in un’uomo ,che ritornerà ad avere il dominio anche delle tv pubbliche e per lo scarso amore verso l’apertura ,il confronto e la dialettica che ha il PD,che tenderà a sviluppare la forza di partito unico.

3)  BOLZANETO ,nei fatti di Genova è stato dimostrato che sono accaduti episodi di violenza da dittatura sudamericana ,con un troppo complice silenzio,giustificati addirittura da Fini,questo è inquietante.

 

DOMANI CHE FARE

 

Per voler vedere tutto voglio anche dire ,che una tale maggioranza e il fatto che ormai non abbia più niente da perdere non è escluso che il futuro Premier,non possa fare alcune cose buone ,perché escluderlo ?

Il motto futuro sarà ‘che si può fare ?’

Quindi è bene una pausa di riflessione e cercare di capire dove noi cittadini che facciamo della politica una passione per un mondo diverso,dove abbiamo sbagliato e come dobbiamo agire.

Ma in tempi peggiori, andava il motto ,fra molta meno gente di noi e in un contesto più violento ‘NON MOLLARE ‘,

ed è per questo che dico ,superando la malinconia “il futuro sarà difendere il passato” e  mentre sarà difficile farà la battaglia per i DICO, o per nuove “rivoluzioni” sarà necessario difendere ciò che è ad oggi è stato conquistato grazie al sacrificio di tanti uomini e donne,ed è giusto ispirarci a quelli che crediamo migliori se vogliamo un futuro migliore.

Il valore degli uomini si dimostra nei momenti difficili,è sempre stato così,ed è questa la nuova sfida,non mollare,e in un mondo che sempre più sembra conquistato dalla voglia di apparire,del consumo,del denaro,dimostrare che noi crediamo in altro.

Quindi ,al contrario dal pensare in quale isola fuggire,o al rischio,che riconosco esiste,di un “aristocratico ritirarsi dalla mischia”  aprire gli occhi,e come si diceva nel 68 dire “a me interessa”.

Sono stati lasciati 3 commenti
 
č del mio padrino.
 Scritto da Vale il 04/05/2008 ; 18:51:19
 
hai detto che pubblicavi l'intervento di una persona...di chi č?
 Scritto da laPaz il 04/05/2008 ; 00:11:15
 
E' giā... sicuramente veltroni avrebbe vinto se si fosse alleato con la sinistra arcobaleno..
 Scritto da ciubo il 20/04/2008 ; 13:13:07
Invia un nuovo commento
Please login or register to post comments.
J! Reactions 1.09.00 • General Site License
Copyright © 2006 S. A. DeCaro
Ultimo aggiornamento ( domenica 20 aprile 2008 )
 
< Prec.   Pros. >

Immagine Casuale

Martina

Martina

Sondaggio

Quale sarā il futuro del beneamato Ciubo?

Chi e' online

Valid XHTML & CSS - Design by ah-68 - Copyright © 2007 by Ciubo